CARRELLO [ 0 ]
Ultimi aggiunti

Carrello vuoto!
Vai alla pagina dei prodotti
Spedizione Gratuita a partire da € 75
Consegna entro 2 gg lavorativi

NEWS

OMEGA 3: gli acidi grassi essenziali per la salute!
Aggiornamento del 16/10/2017

Cosa sono gli omega 3 

Gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali, che il nostro organismo non riesce a sintetizzare, per questo devono necessariamente essere introdotti con la dieta.

Sono presenti in alimenti:

  • Di origine animale sotto forma di EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico) in pesci come sgombro, salmone, trota, pesce spada e aringhe.
  • Di origine vegetale sotto forma di ALA (acido alfa linoleico) in noci, legumi, alghe, verdure a foglia verde, semi di lino e di chia.

L’organismo è in grado di trasformare parzialmente gli ALA in EPA e DHA.

Introdurre, tramite l'alimentazione, Omega 3 (correttamente rapportati agli Omega 6) è fondamentale per la salute, soprattutto per chi ha superato i 55 anni di età e durante la gravidanza (per il corretto sviluppo del feto). Diventano ancora più preziosi e importanti da assumere, nel momento in cui si hanno disturbi specifici, vediamo quali:

 

COLESTEROLO ALTO

Il consumo di Omega 3 influenza anche la composizione totale delle lipoproteine, in particolare contribuisce ad innalzare il colesterolo "buono" (HDL), migliorando quindi il profilo di rischio cardiovascolare.

Nel 90% dei casi il colesterolo alto è la spia di uno stile di vita sbagliato. Perciò, è necessario rivedere la propria dieta, le abitudini quotidiane e valutare l'integrazione con un prodotto naturale di qualità.

 

DISTURBI CARDIOVASCOLARI

Sono un gruppo di patologie del cuore e dei vasi sanguigni, in Italia provocano il 44% dei decessi totali. Sono provocate da diversi fattori di rischio, come età, sesso, pressione arteriosa, fumo da sigaretta, diabete e colesterolo alto che contribuiscono al loro sviluppo.

Il consumo regolare di alimenti ricchi di Omega 3 è associato a un ridotto rischio di malattie cardiovascolari, come dimostrato da numerose ricerche realizzate negli ultimi 30 anni.

Meccanismi d’azione:

  • Ammorbidiscono e mantengono elastico il tessuto che riveste i vasi sanguigni, contribuendo ad abbassare la pressione arteriosa.
  • Regolano l’aggregazione delle piastrine e l’infiammazione, per questo aiutano a limitare la formazione delle placche aterosclerotiche.
  • Riducono la suscettibilità del cuore all’aritmia e sono utili per abbassare il livello dei trigliceridi nel sangue.

 

DIFESE IMMUNITARIE BASSE E INFIAMMAZIONE

Diverse ricerche hanno dimostrato la capacità degli omega 3 di modulare sia la risposta immunitaria che l'infiammazione. I benefici sono stati riassunti in uno studio2 condotto in seguito al riscontro di una bassa percentuale di malattie autoimmuni e infiammatorie nelle popolazioni Eschimesi, la cui dieta è ricca di pesce ad elevato contenuto in Omega 3.

I processi infiammatori rappresentano un meccanismo di difesa generico che aiuta l'organismo a contrastare una qualsiasi aggressione, sia essa traumatica, chimica o microbica.

L’immunità specifica è invece un sistema di difesa più sofisticato, suddivisibile in 2 meccanismi:

  • Produzione di anticorpi.
  • Mediata dalle cellule del sistema di difesa dell'organismo.

Uno stimolo scatenante provoca la produzione di molecole che segnalano all'organismo la presenza dell'infiammazione… ed è qui che entrano in gioco gli acidi grassi. L'equilibrio tra gli Omega 3 e gli Omega 6 regola la produzione di diverse molecole infiammatorie. In particolare, gli Omega 3 inibiscono la produzione degli eicosanoidi e svolgono un'azione antinfiammatoria.

 

PROBLEMI DI PESO

Gli acidi grassi Omega 3 contrastano l'accumulo di grasso e promuovano la perdita di peso se associati a una dieta ipocalorica e all'esercizio fisico. Grazie ad uno studio condotto in Australia1  si è potuto osservare una diminuzione del deposito di grasso addominale e viscerale. Non solo, più i livelli di Omega-3 nel sangue sono elevati, minori sono l'indice di massa corporea, il girovita e la circonferenza dei fianchi.

Accanto a questo effetto, un altro beneficio degli Omega-3 sembra essere la promozione dell'aumento della massa magra. Una delle ipotesi formulate è che aumenti la vasodilatazione, ovvero il flusso del sangue nei muscoli durante l'esercizio.

Di conseguenza i muscoli utilizzerebbero più nutrienti, rendendoli meno disponibili per la produzione del grasso e il suo accumulo nel tessuto adiposo.

Ovviamente il consumo di questi acidi grassi rappresenta una strategia efficace solo in abbinamento a una dieta ipocalorica e sufficiente attività fisica.

 

ARTRITE REUMATOIDE

L'analisi dei dati raccolti nel corso di vari studi clinici ha dimostrato che nei pazienti che soffrono di artrite reumatoide l'utilizzo di integratori di Omega 3 può ridurre la fragilità delle giunture e la rigidità mattutina. Non solo, numerose ricerche hanno dimostrato che diminuisce l'infiammazione e l'attività degli enzimi che distruggono il tessuto cartilagineo3.

 

DISTURBI CUTANEI

Gli Omega 3 sono utili per garantire l'integrità funzionale e strutturale di pelle e capelli: i lipidi, infatti, permettono la crescita delle cellule epiteliali, rendendo le unghie e i capelli più robusti e la cute più idratata, più sana e più giovane. Questi acidi grassi contribuiscono alla formazione del film acido idro lipidico dell'epidermide su tutta la superficie cutanea, compreso il cuoio capelluto, contrastando la secchezza cutanea, la forfora e le dermatiti, compresa la psoriasi.

BENEFICI ULTERIORI:

  • Mantenimento degli elementi essenziali del nostro cervello, degli occhi e dei nervi.
  • Aiuto nel controllo della coaugulazione del sangue. 
  • Costruzione della membrana cellulare nel cervello.
  • Riduzione dei livelli di trigliceridi (TG).
  • Mantenimento delle normali funzioni cerebrali.
  • Supporto contro l'invecchiamento cognitivo.

 Per saperne di più a proposito del nostro integratore alimentare Perilla Olio, fonte vegetale di Omega 3-6-9, clicca qui!

 Leggi tutte le altre News!

 

Note:

  1. Buckley JD, Howe PR, “Long-chain omega-3 polyunsaturated fatty acids may be beneficial for reducing obesity-a review”, Nutrients. 2010 Dec;2(12):1212-30. Epub 2010 Dec
  1. Artemis Simopoulos, presidente del Center for Genetics, Nutrition and Health di Washington (Stati Uniti), in un articolo apparso nel 2002 sul Journal of the American College of Nutrition.

3. Olendzki BC, Leung K, Van Buskirk S, Reed G, Zurier RB, “Treatment of rheumatoid arthritis with marine and botanical oils: influence on serum lipids”, Evid Based Complement Alternat Med. 2011;2011:827286. Epub 2011 Oct 9.